Comune di Castenedolo Home

Vai al contenuto

Via 15 Giugno 1859 n. 1 - 25014 - Tel 030 2134011
P.IVA E C.F. 00464720176 - P.E.C. protocollo@pec.comune.castenedolo.bs.it

Amministrazione trasparente

Il Comune

Utilità

Cerca


negli articoli pubblicati da:

Servizi online

Strumenti

Parole chiave

Le parole chiave di questo articolo sono: raccolta; rifiuto; rifiuti; urbano; urbani; speciali; cassonetto; cassonetti; contenitore; contenitori; stradale; stradali; differenziata; differenziati; isola; ecologica; domestica; domestiche; non domestica; non domestiche; formulario; trasporto; |

Categorie

Questo articolo è inserito nelle seguenti categorie:

Autore

Servizio di gestione dei rifiuti urbani

SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI
- Raccolta dei rifiuti urbani e speciali assimilati
- Spazzamento stradale

Leggi altri articoli pubblicati da Servizio di gestione dei rifiuti urbani oppure visualizza il profilo completo dell'autore.

Varie

Modalità di raccolta dei rifiuti urbani.

19/03/2012 - 08:00 Servizio di gestione dei rifiuti urbani Letta 7468 volte Informazioni utili sulla raccolta rifiuti urbani tramite contenitori stradali, centro di raccolta comunale, raccolte a domicilio in casi particolari, spazzamento meccanico e manuale, e rimozione di rifiuti abbandonati.

I rifiuti urbani sono raccolti con le seguenti modalità:


1. Contenitori stradali (cassonetti, campane, cestini e automezzi attrezzati) per:


Rifiuto non differenziato;


Rifiuto organico (scarti alimentari e rifiuti vegetali in piccole quantità);


Rifiuto vegetale (verde)


Carta, Vetro, Alluminio e imballaggi in Plastica;


Pile (cestini) - solo utenze domestiche;


Farmaci (presso farmacie) - solo utenze domestiche;


Toner, cartucce di stampa, contenitori etichettati tossici e/o infiammabili - solo utenze domestiche;


2. Centro di Raccolta Comunale di via Patrioti 23 (Isola Ecologica) per:


Rifiuto non differenziato (Ingombranti);


Carta, Vetro, Imballaggi in Plastica, Metallo,


Rifiuto vegetale (verde);


Legno;


Pneumatici;


Rifiuti inerti e Terre da scavo - solo di origine domestica;


Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche solo di origine domestica (frigoriferi, tv, lavatrici, neon, qualsiasi apparecchiatura elettronica...);


Batterie di automobili e olio minerale - solo di origine domestica;


Olio commestibile - solo di origine domestica;


3. Raccolte a domicilio in casi particolari


4. Spazzamento meccanico e manuale e rimozione di rifiuti abbandonati



Le utenze sono distinte in due categorie principali:


1. Utenze domestiche: rappresentate dai cittadini e relative famiglie che producono rifiuti urbani provenienti da locali adibiti a civile abitazione. Le utenze domestiche possono utilizzare tutte le modalità di raccolta, trasportando i rifiuti in proprio e separandoli negli appositi contenitori stradali o presso il Centro di Raccolta. Nel caso di rifiuti pesanti o voluminosi (rifiuti ingombranti, grandi elettrodomestici) è possibile usufruire della raccolta a domicilio.


2. Utenze non domestiche: rappresentate dalle attività economiche (ditte, enti, imprese) che producono rifiuti speciali. Solo i rifiuti speciali assimilati agli urbani per qualità e quantità possono essere conferiti nel circuito di raccolta dei rifiuti urbani, fatta salva la possibilità del Comune di istituire servizi integrativi per la raccolta dei rifiuti speciali. Le utenze non domestiche possono utilizzare i contenitori stradali solo per rifiuti prodotti in quantità paragonabili a quelle delle utenze domestiche (ad esclusione del rifiuto organico che può essere conferito senza limiti di quantità); negli altri casi devono trasportare in proprio i rifiuti al Centro di Raccolta Comunale o chiedere, qualora producano elevate quantità di rifiuti, l'attivazione della raccolta a domicilio.


Per il conferimento presso il Centro di Raccolta Comunale è richiesto il rispetto della normativa per il trasporto dei rifiuti da parte di enti ed imprese, in particolare:


Iscrizione all'Albo Gestori Ambientali (art. 212, comma 8, del D.Lgs. 152/2006) per il trasporto in proprio di rifiuti;


Compilazione del formulario di trasporto rifiuti, ad eccezione di trasporti occasionali e saltuari inferiori a 30 kg o 30 litri (art. 193 del D.Lgs. 152/2006). Sono considerati occasionali e saltuari i trasporti di rifiuti, effettuati complessivamente per non più di quattro volte l'anno non eccedenti i trenta chilogrammi o trenta litri al giorno e, comunque, i cento chilogrammi o cento litri l'anno.



Per ulteriori informazioni si rimanda alle relative sottosezioni.



Scarica l'allegato pieghevole_raccolta_differenziata_2013.pdf - [318 Kb / tipo: .pdf]

Leggi altri articoli

Inserisci commento

Html 5 - Css 2.0 - Feed RSS