Comune di Castenedolo Home

Vai al contenuto

Via 15 Giugno 1859 n. 1 - 25014 - Tel 030 2134011
P.IVA E C.F. 00464720176 - P.E.C. protocollo@pec.comune.castenedolo.bs.it

Amministrazione trasparente

Il Comune

Utilità

Cerca


negli articoli pubblicati da:

Servizi online

Strumenti

Parole chiave

Le parole chiave di questo articolo sono:

Categorie

Questo articolo è inserito nelle seguenti categorie:

Autore

Redazione

Leggi altri articoli pubblicati da Redazione oppure visualizza il profilo completo dell'autore.

Bandi di gara

AVVISO: BANDO DI GARA

05/03/2012 - 13:47 Redazione Letta 7230 volte PER CONCESSIONE N. 4 TOMBE DI FAMIGLIA NEL CIMITERO COMUNALE DI CASTENEDOLO

Il Responsabile dell'Area Tecnica LL.PP. e Servizi comunali



RICHIAMATA la deliberazione della Giunta Comunale n. 18 in data 08/02/2012, esecutiva, con la quale l'Amministrazione comunale di Castenedolo ha deciso di procedere alla concessione per 99 anni delle n. 4 tombe di famiglia nel costruendo ampliamento del Cimitero comunale, stabilendone il valore nel seguente modo:


- tomba di famiglia tipo "A" da 8 loculi di fascia (grande) Euro 65.000,00;


- tomba di famiglia tipo "B" da 8 loculi di fascia (media) Euro 60.000,00;


- tomba di famiglia tipo "C" da 8 loculi di punta (piccola) Euro 45.000,00;


- tomba di famiglia tipo "D" da 8 loculi di punta (piccola) Euro 45.000,00;


meglio identificate nella planimetria allegata alla suddetta deliberazione;



VISTA la determinazione a contrattare del Responsabile n. 89 del 23/02/2012, con la quale è stato deciso di procedere alla predetta concessione mediante asta pubblica per mezzo di offerte segrete da confrontarsi col prezzo base indicato nell'avviso di gara di cui all'articolo 73, comma 1, lettera c) del R.D. 23 maggio 1924, n. 827;



VISTO il vigente Regolamento Comunale di Polizia Mortuaria e cimiteriale approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 47 in data 18/06/1998 e modificato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 64 in data 22/07/1998;



RENDE NOTO



Che il giorno lunedì 19/03/2012 alle ore 14.00 presso l'Ufficio Tecnico Comunale, la Commissione di gara, ritualmente costituita, procederà al pubblico incanto con il metodo sopra indicato per la concessione di n. 4 tombe di famiglia che saranno costruite come da progetto esecutivo approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 157 del 19/10/2011 secondo le seguenti modalità:



Art. 1 - Oggetto della concessione



1. Oggetto della concessione sono n. 4 tombe di famiglia (cappelle) che saranno realizzate nell'ambito dell'ampliamento del cimitero comunale di Viale della Rimembranza ed identificate come indicato in premessa.


2. Per ogni eventualità fa fede l'allegata planimetria, che costituisce parte integrante del presente bando di gara.


3. Le tombe di famiglia saranno realizzate al rustico con all'interno gli 8 loculi e dotate del cancello d'ingresso in ferro. Esse però non saranno dotate all'interno di nessun rivestimento (piastre in marmo di chiusura, spallette, cornici) né di pavimentazione. Il completamento interno del manufatto sarà a totale carico dell'aggiudicatario. A tal fine dovrà essere presentata istanza di autorizzazione all'ornamentazione con la necessaria documentazione tecnica esplicativa dei lavori da effettuarsi.


4. I partecipanti potranno concorrere alla concessione di una tomba di famiglia cadauno. Tale opzione andrà indicata in sede di offerta, segnando la tomba di famiglia di proprio interesse.



Art. 2 - Modalità di presentazione delle domande - casi di esclusione



1. La domanda di partecipazione alla selezione per ottenere in concessione le tombe di famiglia, identificate nell'allegata planimetria come "A", "B", "C" e "D", dovrà essere redatta in lingua italiana, secondo il modello "allegato A" al presente bando, (scaricabile dal sito web del Comune, o ritirabile presso l'Ufficio Tecnico Comunale - Area LL.PP. e Servizi comunali), corredata da relativo bollo, dovrà essere inserita in un plico non trasparente, oltre alla documentazione complementare (allegato 1, allegato 2, Offerta economica tomba di famiglia) debitamente chiuso, sigillato e controfirmato sui lembi di chiusura sul quale dovrà essere scritto, a pena di esclusione, "VIETATO APRIRE - CONTIENE DOMANDA DI CONCESSIONE DI UNA TOMBA DI FAMIGLIA NEL CIMITERO DI CASTENEDOLO"-


2. I plichi non dovranno recare all'esterno alcun altro segno atto a identificarlo.


3. I plichi contenenti le domande, gli allegati e le offerte redatte secondo la relativa modulistica allegata, dovranno giungere al protocollo del Comune di Castenedolo entro e non oltre le ore 12.00 del giorno lunedì 19/03/2012 pena la non ammissione alla selezione. Detto termine è perentorio. Non saranno quindi presi in considerazione i plichi aperti, confezionati in maniera difforme alle presenti disposizioni e quelli pervenuti oltre l'orario della citata scadenza per qualsiasi causa, anche di forza maggiore. Resta in carico al mittente ogni responsabilità in ordine al recapito, compresi i ritardi derivanti da disguidi postali, corrieri espressi, vettori, ecc....


4. Le domande potranno essere inoltrate sia da cittadini residenti nel Comune di Castenedolo sia da cittadini non residenti nel Comune di Castenedolo. Coloro che alla data di scadenza delle domande avranno inoltrato solo istanza di trasferimento della residenza, senza che questa sia stata perfezionata dall'Ufficio Anagrafe, per qualsiasi causa, saranno ad ogni effetto considerati, al fine della presente selezione, non residenti. Gli accertamenti sulle residenze anagrafiche saranno effettuati per ognuno dei richiedenti. Saranno inoltre esclusi, anche successivamente alle operazioni di selezione, decadendo dalla eventuale assegnazione in concessione del manufatto, coloro i quali abbiano artificiosamente inoltrato istanza di trasferimento della residenza anagrafica ed ottenuto la definizione della stessa, al solo fine di ottenere benefici. Nel caso venga emesso provvedimento di rigetto o cancellazione anagrafica d'ufficio si avrà l'automatica decadenza dall'assegnazione in concessione del manufatto, oltre alla comminazione di ulteriori sanzioni per aver reso dichiarazioni non veritiere. Alla domanda debitamente sottoscritta dovrà essere allegata la copia fotostatica della propria carta di identità (richiedente concessionario).


5. La mancanza di sottoscrizione della domanda e delle offerte economiche comportano l'esclusione dalla selezione.


6. Le domande eventualmente presentate prima della pubblicazione del presente bando non verranno prese in considerazione.



Art. 3 - Lavori della Commissione Esaminatrice per l'assegnazione in concessione delle tombe di famiglia (cappelle). - Formazione della graduatoria.



1. Nel giorno ed ora stabilite, salvo giustificati slittamenti per i quali sarà data comunicazione tramite il sito web, la Commissione Esaminatrice, precedentemente nominata procederà preventivamente all'esame ed apertura dei plichi relativi alle tombe di famiglia nell'ordine di ricevimento al protocollo dell'Ente. Proseguirà con l'esame formale delle domande e dopo averne deliberato l'ammissione delle domande, opererà la prima macrodivisione tra concorrenti residenti e concorrenti non residenti. Successivamente all'interno dei due macrogruppi si procederà ad ordinare le domande in ragione dell'offerta economica redatta da ognuno dei concorrenti in ordine decrescente di valore offerto. La graduatoria finale sarà quindi ordinata rigorosamente secondo il criterio della residenza ed all'interno di questa, secondo il criterio dell'offerta più elevata, salvo quanto disposto dal successivo articolo.


2. Alle operazioni della Commissione potranno partecipare i vari concorrenti o loro delegati, in ogni caso un rappresentante per domanda, muniti di documento di identità.


3. Dopo i concorrenti residenti seguiranno ovviamente, i concorrenti non residenti, ordinati secondo il criterio dell'offerta economica più elevata, ed in caso di parità, secondo le sole disposizioni applicabili dell'art. 5. Nell'assegnazione dei manufatti si seguirà inderogabilmente la graduatoria redatta, approvata e pubblicata.


4. Il primo concorrente utilmente collocato in graduatoria , sarà cioè colui/colei che, avrà offerto il valore più elevato tra tutti i concorrenti residenti ammessi. Nell'ipotesi che nessun residente abbia inoltrato domanda si procederà all'assegnazione delle tombe di famiglia ai non residenti ordinati secondo le disposizioni di cui sopra.


5. Si procederà all'aggiudicazione per la concessione della tomba di famiglia anche nel caso si presenti una sola domanda e questa risulti ammessa.


6. Nel caso di decadenza di uno o più concorrenti saranno chiamati alla scelta i concorrenti che seguono in graduatoria, ed in caso di parità tra due o più concorrenti si adotteranno gli ulteriori criteri selettivi di cui al comma 1 dell'articolo 5.



Art. 4 - Prezzo a base d'asta. Redazione delle offerte segrete.


1. Il prezzo a base d'asta per l'assegnazione delle n. 4 tombe di famiglia, identificate nella planimetria allegata, è il seguente:


- tomba di famiglia tipo "A" da 8 loculi di fascia (grande) � 65.000,00;


- tomba di famiglia tipo "B" da 8 loculi di fascia (media) � 60.000,00;


- tomba di famiglia tipo "C" da 8 loculi di punta (piccola) � 45.000,00;


- tomba di famiglia tipo "D" da 8 loculi di punta (piccola) � 45.000,00;



2. Nella redazione delle offerte, il singolo concorrente deve indicare in lettere ed in cifre il valore che intende versare nelle casse del Comune per l'acquisto del diritto di concessione della relativa tomba di famiglia.


3. Non sono ammesse offerte in ribasso rispetto al prezzo stabilito a base d'asta.


4. Gli eventuali aumenti di valore, rispetto al prezzo posto a base d'asta, che il concorrente intende offrire non possono essere di taglio inferiore ad � 500,00, indistintamente per i concorrenti residenti e non residenti.


5. Il concorrente che, quindi, intende offrire un valore superiore al prezzo posto a base d'asta dovrà indicare in modo separato, utilizzando l'allegato modulo di offerta, il valore aggiuntivo offerto di � 500,00 o multipli di esso. Tale valore aggiuntivo indicato sarà sommato al prezzo a base d'asta, definendo il valore finale di aggiudicazione.


6. Tutti i valori di aggiudicazione saranno poi ordinati in senso decrescente come indicato nel punto 1) dell'art. 3, per la formazione della graduatoria.


7. In sede di offerta è richiesta la presentazione, tramite assegno circolare intestato alla tesoreria comunale di Castenedolo BCC del Garda Agenzia di Castenedolo, di una cauzione pari al 10% del valore della tomba di famiglia. In caso di aggiudicazione il deposito sarà trattenuto e decurtato dal saldo che sarà corrisposto in sede di stipula del contratto di concessione.



Art. 5 - Ulteriori criteri selettivi nei casi di offerte economiche del medesimo importo.


1. Qualora si verifichi il caso di offerte economiche uguali tra 2 o più concorrenti, e gli stessi risultino essere potenziali concessionari, per aver raggiunto i primi posti della graduatoria, si adotteranno, per la necessaria ed ulteriore selezione, i seguenti criteri:


a) maggior numero dei parenti defunti presenti nel Cimitero di Castenedolo (s'intende salme, resti ossei, ceneri); per parenti si intendono quelli di cui all'articolo 6);


b) residenza storica del richiedente (tra due concorrenti prevale colui che ha maturato un tempo di residenza maggiore nel Comune di Castenedolo. Nel caso di residenza non continuativa si sommeranno le frazioni di tempo certificabili);


c) età anagrafica del richiedente (prevale il più anziano in età);


d) data e ora del deposito dell'istanza al protocollo dell'ente (prevale la domanda depositata cronologicamente prima);


e) Sorteggio.


2. Nel caso di parità tra 2 o più concorrenti, si applicherà dapprima il criterio a) per la necessaria selezione, nel caso di ulteriore parità seguirà l'applicazione del criterio b), poi del criterio c) sino al criterio e), e cosi tra il primo ed il secondo concorrente prima , tra il secondo ed il terzo concorrente poi ecc...



Art. 6 - Utilizzo del sepolcro


1. La tomba di famiglia è costituita da n. 8 loculi sovrapposti ed è concessa per n. 99 anni decorrenti dalla data di consegna dell'opera a rustico al concessionario, che avverrà dopo la sottoscrizione del contratto di concessione.


2. Il sepolcro è destinato a raccogliere le salme i resti e le ceneri, oltre che del concessionario, anche dei parenti di cui all'art. 93 del vigente Regolamento di Polizia Mortuaria. Ai fini dell'applicazione sia del 1� che 2� comma dell'art. 93 del D.P.R. 10 settembre 1990, n. 285 la famiglia del concessionario è da intendersi composta:


- ascendenti e discendenti in linea retta, in qualunque grado;


- i fratelli e le sorelle (germani, consanguinei, uterini);


- il coniuge;


- i generi, le nuore, i suoceri, le suocere;


- i conviventi del concessionario o dei suoi eredi, da questi autorizzati con apposita dichiarazione, resa con le modalità di cui al T.U.445/2000. La convivenza deve essere attestata mediante autocertificazione.


- Per gli ascendenti e discendenti in linea retta il diritto alla tumulazione è implicitamente acquisito dal fondatore il sepolcro, all'atto dell'ottenimento della concessione.


- Per i collaterali e gli affini la sepoltura deve essere autorizzata di volta in volta dal titolare della concessione con una apposita dichiarazione ai sensi dell'art. 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 da presentare al servizio di Polizia Mortuaria che, qualora ricadano gli estremi anzidetti, darà il nulla osta. Tale dichiarazione potrà anche essere presentata per più soggetti ed avrà valore finché� il titolare mantiene tale qualità.


- I casi di "convivenza" con i titolari della concessione verranno valutati di volta in volta in relazione alla documentazione presentata, con la stessa procedura di cui al comma precedente.



Art. 7 - Documentazione


1. Ai fini dell'ammissione delle richieste, gli interessati dovranno includere nel relativo plico i seguenti allegati:


a) "allegato A": Domanda di partecipazione alla selezione pubblica per l'ottenimento in concessione di una tomba di famiglia presso il cimitero di Castenedolo;


b) "allegato 1": Dichiarazione sostitutiva di atto notorio contenente indicazioni sul numero dei parenti defunti presenti nel cimitero di Castenedolo (s'intende salme, resti ossei, ceneri); per parenti si intendono quelli di cui al precedente articolo 6); sulla residenza storica del richiedente (nel caso di residenza non continuativa si sommeranno le frazioni di tempo certificabili);


c) "allegato 2": Dichiarazione sostitutiva di atto notorio con il quale il richiedente dichiara:


- di non essere titolare di diritto di concessione di altra tomba di famiglia presso il cimitero di Castenedolo o presso altro cimitero, né che lo sono altri componenti della famiglia, in caso affermativo deve dichiarare di rinunciare alla concessione in essere a favore della nuova concessione;


- di essere a conoscenza delle caratteristiche e delle dimensioni del manufatto e di aver preso visione degli stessi manufatti;


- di essere a conoscenza che la tomba di famiglia sarà consegnata al rustico e che quindi dovranno essere completate di tutti i rivestimenti e della pavimentazione interna;


- di rispettare tutti i termini indicati nel bando di gara, per il versamento dell'importo monetario, qualora risultasse concessionario;


- di essere a conoscenza del vigente regolamento comunale di polizia mortuaria e di rispettare tutte le norme in esso contenute, nessuna esclusa;


- di aver letto integralmente il bando di gara e di accettarne ogni disposizione in esso contenuta;


d) Offerta Economica Tombe di Famiglia: modulo indicante l'offerta economica proposta dal concorrente per l'acquisto del diritto di concessione di una tomba di famiglia.



Art. 8 - Pagamenti ed avvertenze


1. Il contratto di concessione non può essere ceduto a pena di nullità.


2. Sono a totale carico dell'assegnatario tutte le spese inerenti la stipula del contratto di concessione ivi comprese quelle di rogito e registrazione.


3. L'interessato è tenuto a versare, l'intero importo per la concessione della tomba di famiglia in un'unica soluzione entro il 31 ottobre 2012.


4. A versamenti effettuati si procederà, entro 30 giorni alla definizione del relativo contratto di concessione e relativa registrazione.


5. Con la sottoscrizione del contratto di concessione e relativa registrazione, sorge in capo all'aggiudicatario il diritto di concessione, ma i 99 anni di concessione decorreranno solo dopo la consegna della tomba di famiglia al rustico che verrà effettuata dall'amministrazione comunale presumibilmente entro il 31/10/2012.


6. Ove nel termine fissato, l'assegnatario non abbia ottemperato a quanto richiesto e non si sia presentato alla stipula del contratto nel giorno all'uopo stabilito, questo Comune avrà la facoltà di ritenere come non avvenuta l'assegnazione.


7. Per tutto quanto non previsto nel presente avviso si fa riferimento alle leggi ed ai regolamenti in materia.



Art. 9 - Norme generali. Rinvii


1. Per ogni ulteriore disposizione non contemplata nel presente bando si farà riferimento al vigente Regolamento Comunale di Polizia Mortuaria e Cimiteriale, al Regolamento Regionale del 6 novembre 2004, al TU sulle norme in materia sanitaria approvato con Legge Regionale del 30.12.2009, n. 33 alle norme civilistiche in materia di contratti ed alle norme di diritto amministrativo per le procedure.



Art. 10 - Consenso al trattamento dei dati


1. Con la sottoscrizione della domanda di partecipazione alla selezione, il concorrente presta il proprio consenso al trattamento dei suoi dati personali in aderenza alle disposizioni degli art. 13 e seguenti del D. Lgs. 196/2003.

Scarica l'allegato bandocappellecimitero.pdf - [158 Kb / tipo: .pdf]

Scarica l'allegato allegato1.pdf - [20 Kb / tipo: .pdf]

Scarica l'allegato tavolacimitero.pdf - [200 Kb / tipo: .pdf]

Scarica l'allegato esclusioniavvertenzeaggiudicazione.pdf - [20 Kb / tipo: .pdf]

Scarica l'allegato allegato3dichiarazione.pdf - [25 Kb / tipo: .pdf]

Scarica l'allegato allegato4-modellooffertaeconomica.pdf - [18 Kb / tipo: .pdf]

Leggi altri articoli

Html 5 - Css 2.0 - Feed RSS